Follow Techotopia on Twitter

On-line Guides
All Guides
eBook Store
iOS / Android
Linux for Beginners
Office Productivity
Linux Installation
Linux Security
Linux Utilities
Linux Virtualization
Linux Kernel
System/Network Admin
Programming
Scripting Languages
Development Tools
Web Development
GUI Toolkits/Desktop
Databases
Mail Systems
openSolaris
Eclipse Documentation
Techotopia.com
Virtuatopia.com

How To Guides
Virtualization
General System Admin
Linux Security
Linux Filesystems
Web Servers
Graphics & Desktop
PC Hardware
Windows
Problem Solutions
Privacy Policy

  




 

 

Debian GNU/Linux Reference Guide
Prev Home Next

9.4.5 Le X session

Una X session (X server + X client) pu� essere lanciata da:

  • startx: script wrapper per initx per lanciare l' X server e client dalla console di Linux. Se ~/.xinitrc non esiste, /etc/X11/Xsession viene lanciato tramite /etc/X11/xinit/xinitrc.

  • xdm, gdm, kdm, o wdm: demoni di X display manager per lanciare l' X server e client e per controllare il login da un'interfaccia grafica. /etc/X11/Xsession viene eseguito direttamente.

Si pu� avere l'accesso alla console come da "Voglio disabilitare X al boot!", Sezione 8.1.4.


9.4.5.1 Personalizzare le X session

Lo script di inizializzazione predefinito, /etc/X11/Xsession �, in effetti, una combinazione di /etc/X11/Xsession.d/50xfree86-common_determine-startup e di /etc/X11/Xsession.d/99xfree86-common_start.

L'esecuzione di /etc/X11/Xsession viene in qualche modo influenzata da /etc/X11/Xsession.options ed � fondamentalmente l'esecuzione del programma che viene trovato per primo nella seguente lista dal comando exec:

  • ~/.xsession o ~/.Xsession, se � definito.

  • /usr/bin/x-session-manager, se � definito.

  • /usr/bin/x-window-manager, se � definito.

  • /usr/bin/x-terminal-emulator, se � definito.

  • L'esatto significato di questi comandi � determinato dal sistema alternativo Debian descritto in Comandi alternativi, Sezione 6.5.3. Per esempio:

         # update-alternatives --config x-session-manager
         ... oppure
         # update-alternatives --config x-window-manager
    

    Per rendere qualsiasi X window manager quello predefinito mentre si mantengono installati i session manager di GNOME e KDE, sostituite /etc/X11/Xsession.d/50xfree86-common_determine-startup con quello allegato al secondo bug report in https://bugs.debian.org/168347 (Spero che venga presto incluso.) e modificate /etc/X11/Xsession.options come segue per disabilitare l' X session manager:

         # /etc/X11/Xsession.options
         #
         # configuration options for /etc/X11/Xsession
         # See Xsession.options(5) for an explanation of the available options.
         # Default enabled
         allow-failsafe
         allow-user-resources
         allow-user-xsession
         use-ssh-agent
         # Default disabled (enable them by uncommenting)
         do-not-use-x-session-manager
         #do-not-use-x-window-manager
    

    Senza le summenzionate modifiche al sistema, gnome-session e kdebase sono i pacchetti che contengono questi X session manager. Rimuovendoli si permette all'X window manager preferito di essere quello predefinito. (Idee migliori?)

    Su un sistema in cui /etc/X11/Xsession.options contiene una riga allow-user-xsession non preceduta da altri caratteri, qualsiasi utente che definisse un proprio ~/.xsession o ~/.Xsession sarebbe in grado di personalizzare le azioni di /etc/X11/Xsession.

    L'ultimo comando nel file ~/.xsession dovrebbe essere sotto forma di exec some-window/session-manager per lanciare il vostro X window/session manager preferito.

    Un buon esempio del file ~/.xsession si trova in /usr/share/doc/xfree86-common/examples/xsession.gz.

    Io lo uso per impostare il window manager, accesso allo schermo e lingua per ciascun utente. Vedere Lanciare una X session per un utente, Sezione 9.4.5.2, Diventare root in X, Sezione 9.4.12, e Esempio per un sistema multilingue per X window system, Sezione 9.7.9.

    Se volete avere lanciare automaticamente parecchi programmi X client, guardate gli esempi di X client, Sezione 9.4.4 ed invocateli da ~/.xsession invece che da ~/.xinitrc.

    Risorse addizionali di X specifiche per utente possono essere inserite in ~/.Xresources. Vedere X resources, Sezione 9.4.10.

    Mappature del mouse e della tastiera specifiche per ciascun utente in X possono essere definite nello script di lancio dell'utente. Vedere Mappatura della tastiiera e dei tasti del puntatore in X, Sezione 9.4.11.


    9.4.5.2 Lanciare una X session per un utente

    Seguendo il principio descritto in Personalizzare le X session, Sezione 9.4.5.1, X session/window manager specifici per l'utente possono essere attivati installando il pacchetto indicato ed impostando il contenuto alla fine del file ~/.xsession come segue. (Amo blackbox/fluxbox per lo stile semplice e la velocit�.):

    • GNOME session manager. (caricato)

      • Installare il pacchetto: gnome-session

      • exec /usr/bin/gnome-session

    • KDE session manager. (caricato)

      • Installare il pacchetto: kdebase (oppure kdebase3 per KDE3)

      • exec /usr/bin/kde2

    • Blackbox window manager. (leggero).

      • Installare il pacchetto: blackbox

      • exec /usr/bin/blackbox

    • Fluxbox window manager (leggero, il nuovo blackbox)

      • Installare il pacchetto: fluxbox

      • exec /usr/bin/fluxbox

    • Xfce window manager (Mac OS-X, SUN CDE–simile)

      • Installare il pacchetto: xfce

      • exec /usr/bin/xfwm

    • IceWM window manager. (leggero, alternativa a GNOME)

      • Installare il pacchetto: icewm

      • exec /usr/bin/X11/icewm

    • FVWM2 window manager virtuale (leggero, tipo Win95)

      • Installare il pacchetto: fvwm

      • exec /usr/bin/fvwm2

    • Windowmaker window manager (in qualche modo simile a NexT)

      • Installare il pacchetto: wmaker

      • exec /usr/bin/wmaker

    • Enlightenment window manager (caricato).

      • Installare il pacchetto: enlightenment

      • exec /usr/bin/enlightenment

    Vedere Window Manager per X.


    9.4.5.3 Impostazione degli ambienti KDE e GNOME

    Per un setup completo degli ambienti KDE o GNOME sono utili i seguenti metapacchetti:

    • KDE: installare il pacchetto kde

    • GNOME: installare il pacchetto gnome

    L'installazione di questi pacchetti con programmi in grado di maneggiare pacchetti marcati con Raccomanda, tipo dselect ed aptitude, fornisce una scelta di software rispetto alla semplice installazione con apt-get.

    Se volete comunque il login da console, disabilitate gli X display manager, tipo kdm, gdm, e wdm, che possono essere richiamati dal gioco delle dipendenze, come descritto in "Voglio disabilitare X al boot!", Sezione 8.1.4.

    Se volete GNOME come sistema predefinito invece che KDE, configurate x-session-manager come descritto in Comandi alternativi, Sezione 6.5.3.


    Debian GNU/Linux Reference Guide
    Prev Home Next

     
     
      Published under the terms of the GNU General Public License Design by Interspire