Follow Techotopia on Twitter

On-line Guides
All Guides
eBook Store
iOS / Android
Linux for Beginners
Office Productivity
Linux Installation
Linux Security
Linux Utilities
Linux Virtualization
Linux Kernel
System/Network Admin
Programming
Scripting Languages
Development Tools
Web Development
GUI Toolkits/Desktop
Databases
Mail Systems
openSolaris
Eclipse Documentation
Techotopia.com
Virtuatopia.com

How To Guides
Virtualization
General System Admin
Linux Security
Linux Filesystems
Web Servers
Graphics & Desktop
PC Hardware
Windows
Problem Solutions
Privacy Policy

  




 

 

NOTE: CentOS Enterprise Linux is built from the Red Hat Enterprise Linux source code. Other than logo and name changes CentOS Enterprise Linux is compatible with the equivalent Red Hat version. This document applies equally to both Red Hat and CentOS Enterprise Linux.
Linuxtopia - CentOS Enterprise Introduzione al System Administration - Tecnologie e linguaggi di stampa

7.6. Tecnologie e linguaggi di stampa

Prima dell'avvento della tecnologia laser e inkjet, le stampanti ad impatto erano in grado di stampare in maniera standard, con nessuna variazione nella dimensione delle lettere o stile. Oggi, le stampanti sono in grado di processare documenti complessi con immagini di tipo embedded, carte e tabelle in diversi linguaggi e immagini multiple, tutto in una pagina. Tale complessit� deve aderire ad alcune convenzioni riguardanti il formato. Per questo motivo si � arrivati al page description language (o PDL) —, un linguaggio specializzato di formattazione del documento creato in particolare per la comunicazione tra i computer e le stampanti.

Attraverso gli anni, i poduttori di stampanti hanno sviluppato i propri linguaggi proprietari per descrivere i diversi formati. Tuttavia, tali linguaggi sono applicati solo alle stampanti che i produttori hanno loro stesso creato. Se, per esempio, avete inviato un file ad una tipografia professionale pronto per la stampa, usando un PDL proprietario, non � sicuro che il file inviato sia compatibile con le macchine della stampante. In questo caso verr� evidenziato il problema della portabilit�.

Xerox® ha sviluppato il protocollo Interpress™ per le proprie stampanti, in contrasto non � stato mai adottato tale linguaggio dal resto dell'industria. Due sviluppatori che hanno contribuito allo sviluppo di Interpress hanno abbandonato Xerox e formato Adobe®, una compagnia software che concentra la proprie risorse principalmente nelle grafiche elettroniche e in documenti professionali. Adobe ha sviluppato un PDL chiamato PostScript, il quale � in grado di utilizzare un linguaggio per descirvere una formattazione di testo e delle informazioni d'immagine che possono essere processate dalle stampanti. Allo stesso tempo, la Compagnia Hewlett-Packard® ha sviluppato il Printer Control Language (o PCL) per un utilizzo nella propria gamma di stampanti laser e inkjet. PostScript e PCL sono PDL molto comuni e sono supportati da molte case produttrici.

I PDL funzionano con lo stesso principio dei linguaggi di programmazione deI computer. Quando un documento � pronto per essere stampato, il PC o la workstation prende le immagini, le informazioni tipografiche, e l'impostazione del documento, usandoli come oggetti che formano le istruzioni per la stampante da processare. La stampante traduce i suddetti oggetti in rasters, una serie di righe capaci di formare una immagine del documento (chiamata Raster Image Processing o RIP), e stampa l'output sulla pagina come una immagine, completa di testo e di grafiche. Questo processo rende il lavoro di stampa pi� costante, risultando talvolta in una leggera variazione nella stampa tra una stampante e l'altra. I PDL sono stati creati per essere idonei ad ogni formato, e scalabili per essere adatti su fogli con misure differenti.

La scelta della stampante guista dipende esclusivamente dalla qualit� che il vostro ufficio, o sezione all'interno di una organizzazione, ha adottato per far fronte ai propri requisiti. Molti dipartimenti usano word processing o altri software di produttivit� che utilizzano il linguaggio PostScript. Tuttavia, � da prendere anche in considerazione la necessit� di utilizzare PDL o altra forma di stampa proprietaria,

 
 
  Published under the terms of the GNU General Public License Design by Interspire