Follow Techotopia on Twitter

On-line Guides
All Guides
eBook Store
iOS / Android
Linux for Beginners
Office Productivity
Linux Installation
Linux Security
Linux Utilities
Linux Virtualization
Linux Kernel
System/Network Admin
Programming
Scripting Languages
Development Tools
Web Development
GUI Toolkits/Desktop
Databases
Mail Systems
openSolaris
Eclipse Documentation
Techotopia.com
Virtuatopia.com

How To Guides
Virtualization
General System Admin
Linux Security
Linux Filesystems
Web Servers
Graphics & Desktop
PC Hardware
Windows
Problem Solutions
Privacy Policy

  




 

 

Debian GNU/Linux Reference Guide
Prev Home Next

4.3.2 Comandi base Unix

Impariamo i comandi base Unix. [ 20] Provate tutti i comandi dall'account utente senza privilegi penguin :

  • pwd

    • Mostra il nome della directory attuale/di lavoro.

  • whoami

    • Mostra il nome utente attuale.

  • file foo

    • Mostra il tipo per il dato file foo.

  • type -p nomecomando

    • Mostra la localizzazione del comando nomecomando.

    • which nomecomando fa la stessa cosa. [21]

  • type nomecomando

    • Mostra le informazioni sul comando nomecomando.

  • apropos parola-chiave

    • Trova i comandi correlati a parola-chiave.

    • man -k parola-chiave fa la stessa cosa.

  • whatis nomecomando

    • Mostra una linea di spegazione sul comando nomecomando.

  • man -a nomecomando

    • Mostra la spiegazione sul comando nomecomando. (Unix style)

  • info nomecomando

    • Mostra una spiegazione pi� lunga sul comando nomecomando. (stile GNU)

  • ls

    • Elenca il contenuto della directory. (file non puntati e directory) [22]

  • ls -a

    • Elenca il contenuto della directory. (tutti i file e directory)

  • ls -A

    • Elenca il contenuto della directory. (quasi tutti i file e directory, ovvero salta ".." e ".")

  • ls -la

  • ls -d

    • Elenca tutte le directory sotto la directory corrente.

  • lsof foo

    • Mostra lo stato del file foo.

  • mkdir foo

    • Crea una nuova directory foo sotto la directory corrente.

  • rmdir foo

    • Rimuove la directory foo nella directory corrente.

  • cd foo

    • Cambia directory nella directory foo nella directory corrente o in quella elencata nella variabile CDPATH. Vedere il comando cd in builtins(7).

  • cd /

    • Cambia directory in quella di root.

  • cd

    • Cambia directory nella home dell'utente attuale.

  • cd /foo

    • Cambia directory seguendo il percorso assoluto /foo.

  • cd ..

    • Va nella directory superiore.

  • cd ~foo

    • Va nella home directory dell'utente foo.

  • cd -

    • Va nella directory precedente.

  • </etc/motd pager

  • touch junkfile

    • Crea un file vuoto junkfile.

  • cp foo bar

    • Copia un file esistente foo in muovo file bar.

  • rm junkfile

    • Rimuove il file junkfile.

  • mv foo bar

    • Rinomina un file esistente foo in bar.

  • mv foo bar/baz

    • Muove un file esistente foo in una nuova locazione con un nuovo nome bar/baz. La directory bar deve esistere.

  • chmod 600 foo

    • Rende un file esistente foo non-leggibile e non-scrivibile dagli altri utenti. (non-eseguibile per tutti)

  • chmod 644 foo

    • Rende un file esistente foo leggibile ma non-scrivibile dagli altri utenti. (non-eseguibile per tutti)

  • chmod 755 foo

    • Rende un file esistente foo leggibile ma non-scrivibile per gli altri utenti. (eseguibile per tutti)

  • top

    • Mostra le informazioni sui processi a tutto schermo. Digitate "q" per uscire.

  • ps aux | pager

  • ps -ef | pager

    • Mostra le informazioni su tutti i processi in esecuzione usando un output in stile Unix system-V.

  • ps aux | grep -e "[e]xim4*"

    • Mostra tutti i processi che usano exim o exim4. Imparate le espressioni regolari dalla grep(1) pagina di manuale digitando man grep. [ 24]

  • ps axf | pager

    • Mostra le informazioni su tutti i processi in esecuzione usando un output in arte ASCII.

  • kill 1234

  • grep -e "modello" *.html

    • Trova un "modello" in tutti i file che terminano per .html nella directory corrente e li mostra tutti.

  • gzip foo

    • Comprime foo per creare foo.gz usando la codifica Lempel-Ziv (LZ77).

  • gunzip foo.gz

    • Decomprime foo.gz per creare foo.

  • bzip2 foo

    • Comprime foo per creare foo.bz2 utilizzando l'algoritmo di compressione del testo Burrows-Wheeler e la codifica Huffman. (Migliore compressione di gzip)

  • bunzip2 foo.bz2

    • Decomprime foo.bz2 per creare foo.

  • tar -xvvf foo.tar

    • Estrae i file dall'archivio foo.tar.

  • tar -xvvzf foo.tar.gz

    • Estrae i file dall'archivio gzippato foo.tar.gz.

  • tar -xvvf --bzip2 foo.tar.bz2

    • Estrae i file dall'archivio foo.tar.bz2. [25]

  • tar -cvvf foo.tar bar/

    • Archivia il contenuto della cartella bar/ in un archivio foo.tar.

  • tar -cvvzf foo.tar.gz bar/

    • Archivia il contenuto della cartella bar/ in un archivio foo.tar.gz compresso.

  • tar -cvvf --bzip2 foo.tar.bz2 bar/

    • Archivia il contenuto della cartella bar/ in foo.tar.bz2. [ 26]

  • zcat README.gz | pager

    • Mostra il contenuto del compresso README.gz usando il paginatore di default.

  • zcat README.gz > foo

    • Crea un file foo con il contenuto non compresso di README.gz.

  • zcat README.gz >> foo

    • Appende il contenuto non compresso di README.gz alla fine del file foo. (Se non esiste, prima lo crea.)

  • find . -name modello

    • trova i file con i nomi corrispondenti usando il modello della shell. (pi� lento)

  • locate -d . modello

    • find i file con i nomi corrispondenti usando il modello della shell. (pi� rapido, se si usa un database generato regolarmente)

Come esercizio, attraversate le directory e sbirciate nel sistema usando i comandi sopraelencati. Se avete dubbi sui comandi, assicuratevi di aver letto le pagine di manuale. Per esempio, un buon inizio sono questi comandi:

     $ man man
     $ man bash
     $ man ls

Questo � anche il momento giusto per lanciare vim e premere il tasto F1. Dovreste leggere almeno le prime 35 righe. Poi fate un p� di esercizio in linea muovendo il cursore su |tutor| e premendo Ctrl-]. Vedere Gli Editor, Capitolo 11 per impararne di pi� sugli editor.

Notate che molti comandi Unix-like, compresi quelli provenienti da GNU e BSD, mostreranno delle brevi informazioni di aiuto se invocati in uno dei modi seguenti (o senza argomenti, in alcuni casi):

     $ nomecomando --help
     $ nomecomando -h

Come esercizio, provate anche gli esempi in Trucchi per Debian, Capitolo 8.


Debian GNU/Linux Reference Guide
Prev Home Next

 
 
  Published under the terms of the GNU General Public License Design by Interspire