Follow Techotopia on Twitter

On-line Guides
All Guides
eBook Store
iOS / Android
Linux for Beginners
Office Productivity
Linux Installation
Linux Security
Linux Utilities
Linux Virtualization
Linux Kernel
System/Network Admin
Programming
Scripting Languages
Development Tools
Web Development
GUI Toolkits/Desktop
Databases
Mail Systems
openSolaris
Eclipse Documentation
Techotopia.com
Virtuatopia.com

How To Guides
Virtualization
General System Admin
Linux Security
Linux Filesystems
Web Servers
Graphics & Desktop
PC Hardware
Windows
Problem Solutions
Privacy Policy

  




 

 

NOTE: CentOS Enterprise Linux is built from the Red Hat Enterprise Linux source code. Other than logo and name changes CentOS Enterprise Linux is compatible with the equivalent Red Hat version. This document applies equally to both Red Hat and CentOS Enterprise Linux.
Linuxtopia - CentOS Enterprise Linux Reference Guide - Usando il comando sysctl

5.4. Usando il comando sysctl

Il /sbin/sysctl � utilizzato per visualizzare, impostare e automatizzare parametri speciali del kernel nella directory /proc/sys/.

Se desiderate una rapida panoramica di tutte le impostazioni configurabili nella directory /proc/sys/, digitate il comando /sbin/sysctl-a come utente root. Questo rende possibile ottenere un elenco molto dettagliato, una piccola parte di tale elenco ha all'incirca il seguente aspetto:

net.ipv4.route.min_delay = 2
kernel.sysrq = 0
kernel.sem = 250     32000     32     128

In questo modo si ottengono le stesse informazioni fornite dalla visualizzazione di un singolo file per volta. L'unica differenza � data dalla posizione del file. Per esempio, il file /proc/sys/net/ipv4/route/min_delay � elencato come net.ipv4.route.min_delay: gli slash della directory sono sostituiti da punti e la parte proc.sys sottointesa.

Il comando sysctl pu� essere utilizzato al posto di echo per assegnare dei valori ai file scrivibili nella directory /proc/sys/. Per esempio, invece di utilizzare questo comando

echo 1 > /proc/sys/kernel/sysrq

usare il comando sysctl equivalente in modo seguente:

sysctl -w kernel.sysrq="1"
kernel.sysrq = 1

L'impostazione rapida di singoli valori come questo all'interno di /proc/sys risulta utile quando si sta effettuando una prova, ma non d� risultati altrettanto positivi su un sistema di produzione, in quanto le impostazioni speciali presenti in /proc/sys vanno perdute al riavvio della macchina. Per conservare le impostazioni personali, aggiungetele al file /etc/sysctl.conf.

A ogni riavvio del sistema, il programma init esegue lo script /etc/rc.d/rc.sysinit. Questo script contiene un comando per l'esecuzione di sysctl, utilizzando /etc/sysctl.conf per stabilire i valori passati al kernel. I valori aggiunti a /etc/sysctl.conf avranno effetto subito dopo l'avvio del sistema.

 
 
  Published under the terms of the GNU General Public License Design by Interspire