Follow Techotopia on Twitter

On-line Guides
All Guides
eBook Store
iOS / Android
Linux for Beginners
Office Productivity
Linux Installation
Linux Security
Linux Utilities
Linux Virtualization
Linux Kernel
System/Network Admin
Programming
Scripting Languages
Development Tools
Web Development
GUI Toolkits/Desktop
Databases
Mail Systems
openSolaris
Eclipse Documentation
Techotopia.com
Virtuatopia.com

How To Guides
Virtualization
General System Admin
Linux Security
Linux Filesystems
Web Servers
Graphics & Desktop
PC Hardware
Windows
Problem Solutions

  




 

 

Linuxtopia - Red Hat Enterprise Linux Reference Guide (Italiano) - File di configurazione del menu di GRUB

2.7. File di configurazione del menu di GRUB

Il file di configurazione usato per creare l'elenco dei sistemi operativi da avviare nell'interfaccia a menu, consente all'utente di selezionare un gruppo di comandi preimpostati da eseguire. � possibile utilizzare i comandi indicati nella Sezione 2.6 nonch� alcuni comandi speciali utilizzabili solo nel file di configurazione.

2.7.1. Struttura del file di configurazione

Il file di configurazione dell'interfaccia a menu di GRUB � /boot/grub/grub.conf. I comandi per impostare le preferenze generali dell'interfaccia a menu, si trovano all'inizio del file e sono seguiti da diverse voci per ognuno dei sistemi operativi o kernel elencati nei menu.

Ecco un esempio di file di configurazione di base del menu di GRUB, creato per l'avvio di Red Hat Enterprise Linux o di Microsoft Windows 2000:

default=0
timeout=10
splashimage=(hd0,0)/grub/splash.xpm.gz
hiddenmenu
title Red Hat Enterprise Linux AS (2.6.8-1.523)
        root (hd0,0)
        kernel /vmlinuz-2.6.8-1.523 ro root=/dev/VolGroup00/LogVol00 rhgb quiet
        initrd /initrd-2.6.8-1.523.img

# section to load Windows
title Windows
        rootnoverify (hd0,0)
        chainloader +1

Questo file indica a GRUB di creare un menu con Red Hat Enterprise Linux come sistema operativo di default che si avvia dopo 10 secondi. Vengono fornite due sezioni, una per ogni sistema operativo indicato, con comandi specifici per la tabella delle partizioni di questo sistema.

NotaNote Bene
 

Notare che il default � specificato come numero intero. Esso si riferisce alla prima linea title nel file di configurazione di GRUB. Per la sezione Windows da impostare come default nell'esempio precedente, modificare default=0 to default=1.

Tuttavia impostare il file di configurazione del menu di GRUB per l'avvio di pi� sistemi operativi esula dallo scopo di questo capitolo. Consultare la Sezione 2.9 per un elenco di risorse aggiuntive.

2.7.2. Direttive del file di configurazione

Le direttive seguenti sono generalmente utilizzate solo nel file di configurazione a menu di GRUB:

  • chainloader </path/to/file> — Permette di caricare il file specificato come un loader a catena. Sostituire </path/to/file> con il percorso assoluto sul loader a catena. Se il file � posizionato sul primo settore della partizione specificata, usare l'elenco a blocco, +1.

  • color <normal-color> <selected-color> — Consente di impostare determinati colori da utilizzare nel menu, uno per il primo piano e l'altro per lo sfondo. � sufficiente indicare i nomi dei colori, come red/black. Ecco un esempio:

    color red/black green/blue
  • default=<integer> — Sostituire <integer> con il numero di 'title' della entry di default da caricare se l'interfaccia del menu va in time out.

  • =<integer> — Sostituisce <integer> con il numero di 'title' della entry da provare se il primo tentativo fallisce.

  • hiddenmenu — Impedisce la visualizzazione del menu a interfaccia di GRUB caricando la voce default al termine del periodo di timeout. L'utente pu� vedere il menu standard di GRUB premendo [Esc].

  • initrd </path/to/initrd> — Consente di indicare un RAM disk iniziale da utilizzare all'avvio. Sostituire </path/to/initrd> con il percorso assoluto per il RAM disk iniziale.

  • kernel </path/to/kernel> <option-1> <option-N> — Specifica il file del kernel da caricare quando si avvia il sistema operativo. Sostituire </path/to/kernel> con un percorso assoluto dalla partizione specificata dalla direttiva root. Opzioni multiple possono essere inviate al kernel una volta caricato.

  • password=<password> — Impedisce agli utenti che non conoscono la password di modificare le voci di questa opzione del menu.

    Se lo desiderate, potete indicare un file di configurazione del menu alternativo dopo la direttiva password=<password>. In tal modo, GRUB riavvia il boot loader della seconda fase e usa il file di configurazione alternativo specificato, per creare il menu. Se il file di configurazione del menu alternativo non viene indicato dal comando, un utente che conosce la password pu� modificare il file di configurazione in uso al momento.

    Per maggiori informazioni su come rendere sicuro GRUB, consultare il capitolo intitolato Sicurezza della workstation nella Red Hat Enterprise Linux Security Guide.

  • root (<device-type>< device-number>,<partition>) — Configura la partizione root per GRUB, come ad esempio (hd0,0), ed esegue il montaggio della partizione.

  • rootnoverify (<device-type><device-number>,<partition>) — Configura la partizione root per GRUB, proprio come il comando root, ma non esegue il montaggio della partizione.

  • timeout =<integer> — Specifica l'intervallo, in secondi, che GRUB attende prima di caricare la entry scelta nel comando default.

  • splashimage=<path-to-image> — Specifica la posizione dell'immagine splash screen da utilizzare all'avvio di GRUB.

  • titolo group-title — Imposta un nome da utilizzare con un particolare gruppo di comandi utilizzati per caricare un sistema operativo o un kernel.

Per aggiungere dei commenti leggibili da utenti al file di configurazione a menu, iniziare la riga con il carattere (#).

 
 
  Published under the terms of the GNU General Public License Design by Interspire