Follow Techotopia on Twitter

On-line Guides
All Guides
eBook Store
iOS / Android
Linux for Beginners
Office Productivity
Linux Installation
Linux Security
Linux Utilities
Linux Virtualization
Linux Kernel
System/Network Admin
Programming
Scripting Languages
Development Tools
Web Development
GUI Toolkits/Desktop
Databases
Mail Systems
openSolaris
Eclipse Documentation
Techotopia.com
Virtuatopia.com

How To Guides
Virtualization
General System Admin
Linux Security
Linux Filesystems
Web Servers
Graphics & Desktop
PC Hardware
Windows
Problem Solutions

  




 

 

Linuxtopia - Red Hat Enterprise Linux Reference Guide (Italiano) - Usando il comando sysctl

5.4. Usando il comando sysctl

Il /sbin/sysctl � utilizzato per visualizzare, impostare e automatizzare parametri speciali del kernel nella directory /proc/sys/.

Se desiderate una rapida panoramica di tutte le impostazioni configurabili nella directory /proc/sys/, digitate il comando /sbin/sysctl-a come utente root. Questo rende possibile ottenere un elenco molto dettagliato, una piccola parte di tale elenco ha all'incirca il seguente aspetto:

net.ipv4.route.min_delay = 2
kernel.sysrq = 0
kernel.sem = 250     32000     32     128

In questo modo si ottengono le stesse informazioni fornite dalla visualizzazione di un singolo file per volta. L'unica differenza � data dalla posizione del file. Per esempio, il file /proc/sys/net/ipv4/route/min_delay � elencato come net.ipv4.route.min_delay: gli slash della directory sono sostituiti da punti e la parte proc.sys sottointesa.

Il comando sysctl pu� essere utilizzato al posto di echo per assegnare dei valori ai file scrivibili nella directory /proc/sys/. Per esempio, invece di utilizzare questo comando

echo 1 > /proc/sys/kernel/sysrq

usare il comando sysctl equivalente in modo seguente:

sysctl -w kernel.sysrq="1"
kernel.sysrq = 1

L'impostazione rapida di singoli valori come questo all'interno di /proc/sys risulta utile quando si sta effettuando una prova, ma non d� risultati altrettanto positivi su un sistema di produzione, in quanto le impostazioni speciali presenti in /proc/sys vanno perdute al riavvio della macchina. Per conservare le impostazioni personali, aggiungetele al file /etc/sysctl.conf.

A ogni riavvio del sistema, il programma init esegue lo script /etc/rc.d/rc.sysinit. Questo script contiene un comando per l'esecuzione di sysctl, utilizzando /etc/sysctl.conf per stabilire i valori passati al kernel. I valori aggiunti a /etc/sysctl.conf avranno effetto subito dopo l'avvio del sistema.

 
 
  Published under the terms of the GNU General Public License Design by Interspire