Follow Techotopia on Twitter

On-line Guides
All Guides
eBook Store
iOS / Android
Linux for Beginners
Office Productivity
Linux Installation
Linux Security
Linux Utilities
Linux Virtualization
Linux Kernel
System/Network Admin
Programming
Scripting Languages
Development Tools
Web Development
GUI Toolkits/Desktop
Databases
Mail Systems
openSolaris
Eclipse Documentation
Techotopia.com
Virtuatopia.com

How To Guides
Virtualization
General System Admin
Linux Security
Linux Filesystems
Web Servers
Graphics & Desktop
PC Hardware
Windows
Problem Solutions

  




 

 

Linuxtopia - Red Hat Enterprise Linux Reference Guide (Italiano) - SysV Init Runlevels

1.4. SysV Init Runlevels

Il sistema di runlevel SysV init fornisce un processo standard per controllare quale software viene avviato o interrotto dal comando init per un runlevel particolare. SysV � stato scelto perch� � pi� semplice da utilizzare e pi� flessibile del processo tradizionale a stile BSD.

I file di configurazione di SysV init si trovano in /etc/rc.d. In questa directory troverete gli script rc, rc.local, rc.sysinit , e facoltativamente gli script rc.serial e le seguenti directory:

init.d/
rc0.d/
rc1.d/
rc2.d/
rc3.d/
rc4.d/
rc5.d/
rc6.d/

La directory init.d contiene gli script utilizzati dal comando /sbin/init per il controllo dei servizi. Ciascuna delle directory numerate rappresenta i sei runlevel di default configurati per default in Red Hat Enterprise Linux.

1.4.1. Runlevel

Il concetto dietro i runlevel SysV init si basa sul fatto che � possibile utilizzare sistemi diversi in modi differenti. Per esempio, un server opera in modo pi� efficiente sulle risorse del computer creato dal sistema X Window, se esso non presenta alcun sovraccarico. Altre volte, un amministratore di sistema potrebbe avere il bisogno di operare in un runlevel minore per effettuare delle operazioni di diagnosi, come risolvere delle corruzioni sul disco in runlevel 1.

Le caratteristiche di ogni runlevel determinano quale servizio � interrotto e quale viene avviato dal comando init. Per esempio, runlevel 1 (modalit� utente singolo) interrompe qualunque servizio di rete, mentre il runlevel 3 avvia questi servizi. Assegnando specifici servizi per l'interruzione o l'avvio di un particolare runlevel, init � in grado di modificare la modalit� del computer senza che l'utente debba interrompere o avviare i servizi manualmente.

I seguenti runlevel sono definiti per default in Red Hat Enterprise Linux:

  • 0 — arresto

  • 1 — modalit� a utente singolo

  • 2 — non utilizzato (definito dall'utente)

  • 3 — modalit� multiutente completa

  • 4 — non utilizzato (definito dall'utente)

  • 5 — modalit� multiutente completa (con schermata di login basata su X)

  • 6 — riavvio

In generale, gli utenti utilizzano Red Hat Enterprise Linux ad un runlevel 3 o runlevel 5 — entrambe con modalit� multiutente. Gli utenti talvolta, personalizzano i runlevel 2 e 4 per soddisfare delle esigenze specifiche.

Il runlevel predefinito per il sistema � scritto nel file /etc/inittab. Per scoprire il runlevel di default per un sistema, cercate la riga simile a quella riportata all'inizio del file /etc/inittab:

id:5:initdefault:

Il runlevel predefinito nell'esempio di cui sopra, � cinque, come indicato dal numero dopo i primi due punti. Per cambiarlo, modifcate /etc/inittab come root.

AttenzioneAvvertenza
 

State attenti quando modificate il file /etc/inittab. Errori semplici possono causare l'impossibilit� di riavvio del sistema. Se si verifica quanto detto, usate un dischetto di avvio, immettete la modalit� utente singolo, o la madalit� rescue e riparate il file.

Per ulteriori informazioni sulla modalit� utente-singolo e sulla modalit� rescue, consultate il capitolo intitolato Ripristino di base del sistema nella Red Hat Enterprise Linux System Administration Guide.

� possibile cambiare il runlevel di default durante l'avvio del sistema modificando semplicemente gli argomenti che sono passati dal boot loader al kernel. Per informazioni su come modificare il runlevel durante l'avvio, consultate la Sezione 2.8.

1.4.2. Utility dei Runlevel

Uno dei migliori modi per configurare il runlevel � di utilizzare initscript utility. Questi tool sono disegnati per semplificare la manutenzione dei file nella gerarchia delle directory SysV init e solleva gli amministratori di sistema dall'incombenza di manipolare i numerosi link simbolici nelle directory di /etc/rc.d/.

Red Hat Enterprise Linux fornisce tre di queste utility:

  • /sbin/chkconfig — L'utility /sbin/chkconfig fornisce uno strumento semplice della linea di comando, per la manutenzione della gerarchia della directory /etc/rc.d/init.d.

  • /sbin/ntsysv — l'utility basata su ncurses /sbin/ntsysv fornisce un'interfaccia basata su testo, che potrebbe essere pi� facile da usare di chkconfig.

  • Strumento di configurazione dei servizi — Il programma grafico Strumento di configurazione dei servizi (system-config-services) � una utility flessibile per configurare i runlevel.

Per ulteriori informazioni su questi tool, consultate il capitolo Controllo dell'accesso ai servizi nella Red Hat Enterprise Linux System Administration Guide.

 
 
  Published under the terms of the GNU General Public License Design by Interspire