Follow Techotopia on Twitter

On-line Guides
All Guides
eBook Store
iOS / Android
Linux for Beginners
Office Productivity
Linux Installation
Linux Security
Linux Utilities
Linux Virtualization
Linux Kernel
System/Network Admin
Programming
Scripting Languages
Development Tools
Web Development
GUI Toolkits/Desktop
Databases
Mail Systems
openSolaris
Eclipse Documentation
Techotopia.com
Virtuatopia.com

How To Guides
Virtualization
General System Admin
Linux Security
Linux Filesystems
Web Servers
Graphics & Desktop
PC Hardware
Windows
Problem Solutions

  




 

 

Linuxtopia - Red Hat Enterprise Linux Reference Guide (Italiano) - Errori comuni da evitare

12.6. Errori comuni da evitare

Spesso i principianti commettono alcuni errori quando modificano i file di configurazione di BIND. Assicuratevi quindi di evitare i seguenti problemi:

  • Quando modificate un file zone, assicuratevi di incrementare il numero seriale.

    Se non incrementate il numero seriale, il server dei nomi master potr� disporre delle nuove informazioni, ma il server dei nomi slave non ricever� notifiche di cambiamenti, e non aggiorner� quindi i propri dati relativi a quella zona.

  • Ricordatevi di usare in modo corretto le parentesi graffe e i punti e virgola nel file /etc/named.conf

    Se omettete un punto e virgola oppure una parentesi, ne consegue il rifiuto di named all'avvio.

  • Non dimenticate di mettere i punti (.) nei file zone dopo tutti gli FQDN e di ometterli negli hostname.

    Il punto indica che il nome assegnato � completo. Se manca il punto, named completer� questo nome con quello della zona o con il valore di $ORIGIN.

  • Se un firewall blocca le connessioni tra il demone named e altri server dei nomi, potrebbe essere necessario modificare il file di configurazione.

    Per default, la versione 9 di BIND utilizza infatti porte randomiche superiori alla 1024 per interrogare altri nameserver. Alcuni firewall, tuttavia, presuppongono che i nameserver comunichino tra loro utilizzando la porta 53. Quindi per forzare named all'uso della porta 53, inserite la seguente riga nell'istruzione options di /etc/named.conf:

    query-source address * port 53;

 
 
  Published under the terms of the GNU General Public License Design by Interspire