Follow Techotopia on Twitter

On-line Guides
All Guides
eBook Store
iOS / Android
Linux for Beginners
Office Productivity
Linux Installation
Linux Security
Linux Utilities
Linux Virtualization
Linux Kernel
System/Network Admin
Programming
Scripting Languages
Development Tools
Web Development
GUI Toolkits/Desktop
Databases
Mail Systems
openSolaris
Eclipse Documentation
Techotopia.com
Virtuatopia.com

How To Guides
Virtualization
General System Admin
Linux Security
Linux Filesystems
Web Servers
Graphics & Desktop
PC Hardware
Windows
Problem Solutions

  




 

 

Linuxtopia - Red Hat Enterprise Linux Reference Guide (Italiano) - Il filesystem proc

Capitolo 5. Il filesystem proc

Il kernel di Linux ha due funzioni principali: controllare l'accesso ai dispositivi fisici e stabilire quando e come i vari processi interagiscono con tali dispositivi. La directory /proc/ — anche chiamata file system proc —contiene una gerarchia di file speciali che rappresentano lo stato corrente del kernel — consentendo alle applicazioni e agli utenti di esplorare il sistema attraverso il punto di vista del kernel.

All'interno della directory /proc potete trovare numerose informazioni sull'hardware e su qualsiasi processo attualmente in esecuzione. Inoltre alcuni file all'interno dell'albero delladirectory /proc possono essere manipolati dagli utenti e dalle applicazioni per comunicare al kernel eventuali modifiche di configurazione.

5.1. Un filesystem virtuale

In Linux tutto viene memorizzato sotto forma di file. La maggior parte degli utenti hanno familiarit� con i due principali tipi di file, ovvero i file di testo e binari. La directory /proc/, tuttavia, contiene un altro tipo di file denominato file virtuale. Per questo motivo /proc/ � spesso indicato come filesystem virtuale.

Questi file virtuali hanno qualit� univoche e la maggior parte di essi ha dimensioni pari a zero byte, ma quando visualizzati, possono contenere una grande quantit� di informazioni. Inoltre gran parte delle impostazioni dell'ora e della data dei file virtuali riflette la data e l'ora correnti, per indicare il continuo mutamento.

I file virtuali come /proc/interrupts, /proc/meminfo, /proc/mounts e /proc/partitions forniscono una visualizzazione corrente dell'hardware del sistema. Altri, come il file /proc/filesystems e la directory /proc/sys/ forniscono informazioni sulla configurazione del sistema e le interfacce.

A scopo organizzativo i file contenenti informazioni relative a un argomento simile sono raggruppati in directory virtuali e in sottodirectory. Per esempio, /proc/ide/ contiene informazioni per tutti i dispositivi fisici IDE. In modo simile le directory dei processi contengono informazioni su ciascun processo in esecuzione nel sistema.

5.1.1. Visualizzazione di file virtuali

Combinando i comandi cat, more o less sui file presenti all'interno della directory /proc/, utenti possono accedere immediatamente a una enorme quantit� di informazioni inerenti al sistema. Per esempio, per visualizzare quale tipo di CPU � presente su di un computer, digitate cat /proc/cpuinfo per ricevere un output simile a quanto segue:

processor	: 0
vendor_id	: AuthenticAMD
cpu family	: 5
model		: 9
model name	: AMD-K6(tm) 3D+ Processor
stepping	: 1
cpu MHz		: 400.919
cache size	: 256 KB
fdiv_bug	: no
hlt_bug		: no
f00f_bug	: no
coma_bug	: no
fpu		: yes
fpu_exception	: yes
cpuid level	: 1
wp		: yes
flags		: fpu vme de pse tsc msr mce cx8 pge mmx syscall 3dnow k6_mtrr
bogomips	: 799.53

Quando visualizzate diversi file virtuali all'interno del filesystem /proc, noterete che alcune informazioni risultano immediatamente comprensibili mentre altre parti non sono leggibili. Questo � in parte il motivo per cui esistono utility specifiche, come per esempio lspci, apm, free e top, che permettono di estrarre i dati dai file virtuali e visualizzarli in modo comprensibile.

NotaNota Bene
 

Alcuni dei file virtuali contenuti nella directory /proc sono impostati per risultare leggibili solo all'utente root.

5.1.2. Come cambiare i file virtuali

In generale, la maggior parte dei file virtuali all'interno della directory /proc/ sono di sola lettura. Tuttavia, � possibile utilizzare alcuni di essi operando qualche modifica nelle impostazioni del kernel. Questo vale soprattutto per i file contenuti nella sottodirectory /proc/sys/.

Per cambiare il valore di un file virtuale, utilizzate il comando echo con un simbolo (>), per ridirezionare il nuovo valore al file. Per esempio, per cambiare il vostro hostname potete digitare:

echo www.example.com > /proc/sys/kernel/hostname 

Altri file si comportano come switch binari o booleani. Per esempio, digitando cat /proc/sys/net/ipv4/ip_forward, otterrete 0 oppure 1. Uno 0 indica che il kernel non st� inoltrando pacchetti di rete. Utilizzando il comando echo per cambiare il valore del file ip_forward in 1, potete abilitare immediatamente l'inoltro dei pacchetti.

SuggerimentoSuggerimento
 

Un altro comando utilizzato per modificare le impostazioni della subdirectory /proc/sys//sbin/sysctl. Per ulteriori informazioni su questo comando, consultate la Sezione 5.4

Per un elenco di alcuni dei file di configurazione del kernel disponibili all'interno della sottodirectory /proc/sys/, consultate la Sezione 5.3.9.

 
 
  Published under the terms of the GNU General Public License Design by Interspire